Servizio Centrale Risorse Umane 98 04050/04
RG - pc
S

CITTÀ' DI TORINO

DELIBERAZIONE DELLA GIUNTA COMUNALE
21 maggio 1998

OGGETTO: MODIFICA REGOLAMENTO DI ORGANIZZAZIONE E ORDINAMENTO DELLA DIRIGENZA - TITOLO II - STRUTTURA ORGANIZZATIVA.

    Proposta dell'Assessore Peveraro.

    Con deliberazione n. 150 del Consiglio Comunale del 22 maggio 1995 si è provveduto alla ridefinizione della struttura organizzativa in attuazione dei principi di razionalizzazione di cui al Titolo I del D.lgs. n.29 del 1993.
    Ne è risultata una nuova struttura che, a fronte delle 71 Unità Organizzative di 1° livello preesistenti, si articola in 12 Divisioni deputate alla produzione di servizi al cittadino o di servizi connessi al governo del territorio e in 10 Servizi Centrali cui compete l'assistenza agli organi istituzionali, la produzione di servizi infrastrutturali da conservare al centro e il coordinamento delle attività da decentrare presso le divisioni.
    La deliberazione di cui è caso è stata tradotta in realtà operativa attraverso gli studi affidati a 22 gruppi di progetto coordinati da altrettanti dirigenti.
    I progetti, esaminati dal Comitato di Coordinamento Operativo, sono stati definitivamente approvati con deliberazione dello stesso in data 19 febbraio 1997, con conseguente affidamento dei nuovi incarichi dirigenziali da parte del Sindaco in data 25.2.97.
    A poco più di un anno dall'entrata in funzione a regime del nuovo assetto strutturale, si può affermare, anche a seguito di indagine su questionario somministrato ai Direttori di Divisione e di Servizio Centrale, la sostanziale validità e funzionalità dell'impianto organizzativo, il quale però, alla luce dell' esperienza maturata, necessita di alcuni aggiustamenti.
    In particolare emerge la necessità di ridimensionare e suddividere la Divisione Servizi Civici stante le svariate e diverse competenze in essa confluite.
    Appare pertanto opportuno scorporare dalla stessa gli attuali Settori “ Polizia Amministrativa e Sanità ” - “ Commercio ” - “ Mercati all'Ingrosso ” i quali, aggregati ai


98 04050/04 2

quattro Settori della Divisione Servizi Tributari, costituiranno la nuova “ Divisione Servizi Tributari e Commercio ”, mentre il Settore “ Statistica ” andrà a far parte del “ Servizio Centrale Pianificazione e Controllo ” .
    Lo sviluppo assunto, negli ultimi tempi, dal “Servizio Centrale Pianificazione e Controllo”, l'aumento delle competenze dovuto alle modifiche legislative recentemente intervenute fanno sì che tale Servizio Centrale sempre più debba operare in stretta connessione con il Servizio Centrale Sistema Informativo e che, anzi, quest'ultimo sempre più assuma funzioni di “Service” nei riguardi del primo oltre che di interfaccia con il C.S.I., talchè appare logica l'incorporazione del S.C. Sistema Informativo nel S.C. Pianificazione e Controllo .
    Si è, inoltre rilevata all'interno dell'attuale organizzazione la presenza di Settori non omogenei con gli altri e per i quali appare più opportuna una migliore allocazione. Si tratta in particolare del Settore “ Promozione e Turismo ” della Divisione Servizi Culturali , il quale potrà trovare più idonea collocazione al Servizio Centrale Gabinetto del Sindaco , e l'ufficio Deposito atti Giudiziari che dal Servizio Centrale Affari Istituzionali pare opportuno trasferire al “ Settore Polizia Amministrativa e Sanità ”.
     Per quanto attiene invece alle problematiche e ai punti di criticità che sono stati rilevati relativamente al completamento del decentramento delle competenze dell'ex Ufficio Tecnico dei Lavori Pubblici e alla sovrapposizione di alcune attività fra la Divisione Decentramento ed il Servizio Centrale Affari Istituzionali, appare necessario un ulteriore momento di approfondimento, per cui ci si riserva di provvedere in seguito.
    Occorre pertanto procedere alla modifica del Regolamento di organizzazione e ordinamento della Dirigenza al fine di adeguarlo alle sopraestese esigenze, fermo restando i criteri stabiliti in materia dal Consiglio Comunale, nella deliberazione del 22 maggio 1995 sopraccitata nonchè i principi fissati dalla norma statutaria agli artt. 64 e 65.
    Tutto ciò premesso,

LA GIUNTA COMUNALE

    Visto che ai sensi dell'art. 35 della Legge 8 giugno 1990 n. 142 e sue successive modificazioni e integrazioni la Giunta compie tutti gli atti di amministrazione che non siano riservati dalla legge al Consiglio Comunale o che non rientrino nella competenza di altri organi o del Segretario Generale o dei funzionari dirigenti;
    Dato atto che i pareri di cui all'art. 53 della Legge 8 giugno 1990 n. 142 e sue successive modificazioni, sono:
favorevole sulla regolarità tecnica e correttezza amministrativa dell'atto;
favorevole sulla regolarità contabile;
    Visto l'art. 65 dello Statuto;
    Visto l'art. 35 comma 2 bis della Legge 142/90, così come novellato dalla Legge 127/97;
    Viste le disposizioni legislative sopra richiamate;



98 04050/04 3


    Con voti unanimi, espressi in forma palese;

DELIBERA

1)    di apportare al Titolo II del Regolamento di organizzazione della Dirigenza le sottoestese modifiche per le motivazioni evidenziate in narrativa:
    -    gli attuali Settori “ Commercio ” - “ Polizia Amministrativa e Sanità ” - “ Mercati all'ingrosso ” appartenenti alla Divisione Servizi Civici (D08) vengono aggregati ai Settori della Divisione Servizi Tributari , costituendo la nuova Divisione Servizi Tributari e Commercio (D10) che assorbe inoltre l'ufficio deposito atti giudiziari;
    -    il Servizio Centrale Sistemi Informativi (S10) confluisce nel Servizio Centrale Pianificazione e Controllo (S06), che assorbe inoltre il Settore “Statistica” ;
    -    il Settore “ Promozione e Turismo ” dalla attuale Divisione Servizi Culturali (D06) viene trasferito al Servizio Centrale Gabinetto del Sindaco (S01) ;
2)    di impegnare il Sindaco e i Direttori, secondo le competenze a loro attribuite dalle disposizioni vigenti, ad attuare le modifiche all'assetto strutturale sopra riportate, adottando i provveddimenti necessari;
3)    di dare atto che il presente provvedimento non comporta spesa .
---------------------------------------------------------------------------------------------------------------