Città di Torino

Consiglio Comunale


Comune > Consiglio Comunale > Pubblicazioni


Cittadini onorari di Torino

Copertina della pubblicazione L’«Albo d’oro» racconta personaggi, istituzioni e avvenimenti dall’Ottocento al terzo millennio.
A cura di Fulvio Peirone.

L’art. 7 dello Statuto della Città di Torino stabilisce che il «Consiglio comunale può conferire la cittadinanza onoraria a personalità, italiane e straniere, non residenti a Torino, con propria mozione motivata presentata da almeno due terzi dei suoi componenti».

La concessione della cittadinanza onoraria trae origine dalla Legge municipale del 7 ottobre 1848, tappa fondamentale dello sviluppo dei diritti civili e politici nel regno di Sardegna, e quindi della nascita ed evoluzione della democrazia nel nostro Paese, poiché da essa scaturirono i primi Consigli comunali elettivi; l’art. 118 sanciva infatti che «appartiene al Consiglio comunale di deliberare, previa l’autorizzazione del Ministero dell’Interno, sopra le offerte e i doni da farsi in nome del Comune, sulla concessione della cittadinanza e sull’invio di Deputazioni».

Questo volume, che si inserisce nella collana «Atti consiliari - serie storica», analizza e ripercorre in modo puntuale e dettagliato tale istituto, tanto da risultare un prezioso compendio non solo per gli addetti ai lavori, ma anche per tutti coloro che si avvicinano con curiosità e interesse alla storia della nostra Città, che conta ad oggi più di mille cittadini onorari.

Si è volutamente assunto un taglio diverso dalle precedenti pubblicazioni, arricchito di immagini curiose, rare o prettamente didattiche - come le cartine che riassumono le complesse fasi del processo di Unità nazionale - con tematiche che sconfinano oltre lo stretto ambito locale per abbracciare eventi internazionali, dalla seconda metà dell’Ottocento ai giorni nostri; tasselli di storia desumibili dalle biografie dei singoli personaggi e dalle introduzioni ai vari capitoli.

A tal proposito vengono ripercorse tappe fondamentali quali i plebisciti dell’Italia centrale e la pressoché contemporanea cessione di Nizza e Savoia alla Francia, ricordando la facoltà offerta ai nizzardi e ai savoiardi di stabilire la propria residenza nel regno di Sardegna e quindi di mantenere la nazionalità di origine.

Il libro, esito di una minuziosa ricerca storica, costituisce un doveroso omaggio ai cittadini onorari del passato, del presente e del futuro, i cui nomi, presenti nell’Albo d’oro della nostra Città, verranno ricordati tra coloro che hanno scritto pagine della storia di Torino, dell’Italia e del mondo.

 

Giovanni Maria Ferraris
Presidente del Consiglio Comunale
Torino, giugno 2013


Torna indietro | Stampa questa pagina | Torna all'inizio della pagina

Copyright � Comune di Torino - accesso Intracom Comunale (riservato ai dipendenti)