Città di Torino

Consiglio Comunale

Città di Torino > Consiglio Comunale > VERBALI > Torna indietro

Estratto dal verbale della seduta di Lunedì 17 Luglio 2017 ore 14,00 Paragrafo n. 8
INTERPELLANZA 2017-02547
"CAR SHARING 'IO GUIDO': L'AMMINISTRAZIONE NON HA SALVATO IL SERVIZIO MA MANTIENTE LE STAZIONI DI SOSTA TOGLIENDO PARCHEGGI AI CITTADINI" PRESENTATA IN DATA 27 GIUGNO 2017 - PRIMO FIRMATARIO MAGLIANO.
Interventi
LAPIETRA Maria (Assessora)
Dal primo aprile del 2017 è cessata l'attività di Car city club e del servizio Car sharing
"io guido", in questo momento non ci sono i presupposti, soprattutto economici per
poter attivare un servizio di Car sharing in pubblico sulla falsa riga di "io guido". Al
fine di favorire l'utilizzo dello sharing dell'amministrazione con deliberazione della
Giunta Comunale del 4 luglio del 2017 l'amministrazione ha concesso l'utilizzo da
parte degli utenti di car to go ed enjoy fino al 31 di ottobre del 2017, 60 delle 70
stazioni presenti sul territorio cittadino che erano in uso da "io guido" e in fase di
stesura per una prossima approvazione un nuovo avviso pubblico per garantire la
continuità del servizio Car sharing a partire dal primo novembre del 2017 per i futuri 3
anni con i nuovi operatori che vi aderiranno in possesso dei requisiti richiesti dal bando
stesso. In tale nuovo bando è intenzione dell'Amministrazione individuare aree di sosta
utilizzabili dagli utenti della società che parteciperanno al nuovo bando anche in parte
coincidenti con quello attuale "io guido" in area urbana. Il nuovo bando recepirà quelle
esigenze di servizio che, con la chiusura di "io guido" sono venute meno, come ad
esempio la possibilità di estendere lo stesso ai Comuni limitrofi dove "io guido" è
attivo. Da poco abbiamo interpellato tutti i Comuni dove era presente "io guido" che
hanno subìto dei forti disagi dal fallimento di "io guido" e anche i Comuni interessati
hanno chiesto un'adesione per dare la possibilità nel nuovo bando di espandere quindi il
servizio anche nei loro Comuni, hanno risposto più o meno una ventina di Comuni,
quindi adesso l'Amministrazione non potendo obbligare i nuovi gestori ad espandersi
anche in altre zone, ma come incentivo nostro, della Città farà proporre nel bando di far
pagare praticamente di meno il canone che viene pagato alla Città per incentivare,
quindi daremo un numero minimo, adesso dobbiamo ancora decidere, i Comuni entro i
quali il nuovo gestore privato che aderirà al bando dovrà seguire, quindi nuovi Comuni
che dovrà seguire, quindi gli stalli di "io guido" saranno utilizzati dal nuovo servizio di
Car sharing, in più avremo dei nuovi stalli e in più i Comuni che aderiranno daranno
anche degli stalli loro per avere questo servizio che rimarrà sempre (incomprensibile),
ma mi hanno proprio chiesto di avere degli stalli soprattutto fuori dalla cintura per poter
essere sicuri di trovare sempre le auto.
LAPIETRA Maria (Assessora)
Sì, allora, quegli stalli durante la procedura fallimentare non potevano essere assegnati o
riassegnati, quindi è per quello che sono stati coperti e non potevano essere utilizzati dai
cittadini, oggi dopo la delibera i gestori attuali di Car sharing, in privato, possono
utilizzare congiuntamente gli stalli, ne hanno scelto 70 su 70 appunto, gli altri 10 stalli
invece verranno riutilizzati dai cittadini e verrà segnalato, certo.
Condizioni d'uso, privacy e cookie     Torna indietro     Stampa questa pagina Copyright © Comune di Torino - accesso Intracom Comunale (riservato ai dipendenti)