Circoscrizione 4 San Donato Campidoglio Parella
Città di Torino   >>   Circoscrizione IV   >>  Cultura



   San Donato - Campidoglio - Parella
CERCA NEL SITO



Clicca sulle immagini per ingrandirle
Il Giardino di via Mosso, planimetria


Il giardino


Architettura: il pergolato


Architettura: il pergolato

I giochi: Rete Spaziale


I giochi: Voci focalizzate


I giochi: Voci focalizzate


I giochi: Voci focalizzate


I giochi: Parla nel Tubo

Il nuovo Giardino
di via Mosso

Torino, via Mosso angolo via Sostegno

Inaugurazione:
- Mercoledì 22 giugno 2005 ore 17


Programma


Interventi di:


La locandina per il nuovo giardino di via Mosso


Il nuovo Giardino di via Mosso

L’area dove sorge ora il giardino era storicamente occupata dalla cascina Cossilla, una costruzione a destinazione agricola presente fin dal 1500; il nome deriva dal feudatario proprietario, il conte Nomis di Cossilla, investito del feudo dal 1694.

A seguito di una trasformazione urbanistica, la cascina è stata demolita ed è stato costruito un edificio che prospetta su via P. Cossa, mentre sull’area restante è stato realizzato un giardino pubblico a servizio degli abitanti del quartiere.

Per meglio evidenziare la preesistenza storica, si è scelto di realizzare uno speciale “pergolato” che richiamasse la struttura della cascina, con pilastri in mattoni e capriate in legno, attorno a cui stanno crescendo le bignonie, dei rampicanti a fioritura continua. Anche le sedute sono state posizionate in modo tale da segnare il perimetro degli antichi fabbricati (vedi planimetria).

La maggior parte della superficie del giardino è stata lasciata a prato, segnando con una pavimentazione solo i percorsi di attraversamento; grande cura è stata adoperata nello studio del verde, utilizzando varie essenze: i pioppi cipressini a formare una quinta attorno al nuovo edificio, i ciliegi da fiore a fianco della struttura a pergolato, i faggi e gli aceri nella parte di giardino leggermente rialzata.

I giochi inseriti si distaccano dai giochi tradizionali: “parla nel tubo” e “voci focalizzate” sono giochi sensoriali che sfruttano le potenzialità della trasmissione del suono, mentre la rete spaziale è una sorta di “ragnatela” su cui i bambini si possono arrampicare.

Completano il giardino, oltre alle tradizionali panchine, tre portabiciclette ed una fontana “toret”.

(a cura dell'Architetto Daniela RE,
Settore Urbanizzazioni, Divisione Infrastrutture
e mobilità Comune di Torino)



Clicca sulle foto per ingrandirle

Vai alle altre gallerie fotografiche

Archivio
Archivio


inserimento 10.02.2005
 «Torna indietro