CittAgorà
Periodico del Consiglio Comunale di Torino



ThyssenKrupp, a Terni la mostra sulla tragedia torinese

14-10-2008

Terni manifesto mostra Dopo la prima esposizione a Torino e gli allestimenti a Genova, Gavoi, Alessandria, Cesena e Nuoro, la mostra sulla tragedia della ThyssenKrupp "Chi muore al lavoro" arriva a Terni, su richiesta del locale Consiglio comunale, presieduto da Stefano Bufi. All'inaugurazione, sabato 11 ottobre, è intervenuto il presidente del Consiglio comunale di Torino, Beppe Castronovo. "La società deve battersi per arrivare a vedere nella tutela dei diritti dei lavoratori una delle basi su cui fondare la comunità. E la mostra serve proprio a promuovere una cultura della sicurezza nei luoghi di lavoro". Necessità ribadita anche da un commosso Renato Virdis, presidente dell'associazione torinese "Legami d'acciaio", che riunisce i familiari e le vittime del rogo del 6 dicembre (all'iniziativa erano presenti anche altri sei operai dello stabilimento piemontese, tra i quali l'onorevole Antonio Boccuzzi).
Il sindaco di Terni, Paolo Raffaelli, ha ringraziato gli operai torinesi per la loro presenza e ha confessato il senso di colpa, suo e di tutta la città umbra, per non aver fatto nulla quando l'acciaieria torinese rischiava la chiusura, prima del terribile incidente dello scorso anno. Ha inoltre lamentato la ricerca esasperata della competitività a tutti i costi. "E' necessario essere competitivi, ma ciò non deve mettere a rischio le vite dei lavoratori. Il modello deve essere la Formula 1: massima ricerca della migliore performance in pista, ma anche massima sicurezza dell'abitacolo della vettura per salvaguardare l'incolumità del pilota".
All'inaugurazione era presente anche Lorena Coletti, sorella di uno degli operai morti nell'incendio del 25 novembre 2006 all'oleificio di Campello sul Clitunno.

Terni presentazione La mostra Chi muore al lavoro resterà aperta a Terni al Palazzo Primavera, in via Giordano Bruno 3, fino al 10 novembre. L'ingresso è libero. Oltre la mostra, la città ha organizzato una serie di iniziative sul tema della sicurezza, del precariato e delle problematiche dei lavoratori. Di particolare rilievo, la rassegna "Cinema e Lavoro": un festival cinematografico regionale, sotto l'Alto Patronato del Presidente della Repubblica, che prevede la proiezione di una trentina di film e cortometraggi dal 14 al 18 ottobre.

Nelle foto: Il manifesto realizzato per l'allestimento a Terni della mostra "Chi muore al lavoro" e la cerimonia di inaugurazione. Da sinistra, il presidente del Consiglio comunale di Torino Beppe Castronovo, il sindaco di Terni Paolo Raffaelli, il presidente dell'associazione "Legami d'acciaio" Renato Virdis, il presidente del Consiglio comunale di Terni Stefano Bufi e la signora Coletti, vedova di una delle vittime dell'incidente all'oleificio umbro di Campello sul Clitunno.

M.Q.

Servizi



Torna alla ricerca


Torna all'inzio della pagina
Direttore responsabile Franco Carcillo
periodico telematico non soggetto a registrazione presso il Tribunale (ex art. 3-bis D.L. 18/5/2012 n. 63)
Condizioni d'uso, privacy e cookie