I percorsi ciclabili sono in via di realizzazione, ma non è pensabile avere piste ciclabili a fianco di tutte le strade di Torino; solo fra alcuni anni si potrà avere la condizione ottimale.

Nel frattempo alcuni consigli sull’uso corretto della bicicletta e su come non mettere in pericolo la propria incolumità. Basta poco.

Consigli per ciclisti

Controlli di base

Prima di mettersi in marcia , è bene controllare: lo stato di pneumatici e cerchioni, verificando l’usura del battistrada, la pressione della camera d’aria, la tensione dei raggi, lo stato di efficienza dei freni e dei dispositivi d’illuminazione (luci e catadiottri in ordine e funzionanti) in caso di utilizzo del mezzo avvenga in condizioni di scarsa visibilità.

Rispettare il codice della strada

Rispettare il  codice della strada  che considera la bicicletta come tutti gli altri veicoli con la sola esclusione di non avere il motore.
Usare le  piste ciclabili ; dove queste non sono presenti utilizzare vie minori a scarsa intensità di traffico. Rispettare sempre i  semafori  e gli STOP.


Tenere rigorosamente la destra

Quando si deve svoltare a sinistra portarsi al centro della carreggiata, segnalare la propria intenzione con il braccio disteso orizzontalmente e, prima di completare la manovra, dare la precedenza ai veicoli che provengono dal senso di marcia opposto;
non fare manovre brusche o cambiare all’improvviso direzione. In ogni caso presegnalare sempre le proprie intenzioni con opportuni movimenti del braccio.

Portiere delle auto e binari del tram

Attenzione alle  portiere delle auto  parcheggiate: passare sempre ad almeno un metro di distanza; attenzione ai  binari : oltrepassarli con un angolo di almeno 30°, soprattutto in caso di pioggia.

Rendersi sempre ben visibili

Accendere le luci anteriori e posteriori nelle ore serali. Nelle gallerie è obbligatorio l’uso del giubbino o bretella rifrangente. L’uso del giubbino o bretella rifrangenti è anche obbligatorio fuori dai centri abitati da mezz’ora dopo il tramonto a mezz’ora prima dell’alba.


Con i pedoni

Non percorrere i  marciapiedi  e i portici se non espressamente indicato. Non spostarsi lateralmente improvvisamente.
Quando la strada da attraversare è pericolosa si può passare sulle  strisce zebrate  come i pedoni a condizione che la bicicletta venga condotta a mano.
Tollerare la presenza di pedoni sulla pista, ma fare loro gentilmente notare l’esistenza dei marciapiedi.
Non andare ad alta velocità nelle zone ciclo-pedonali e fare a attenzione a non passare troppo vicino a pedoni e ad animali.

Con altre bici

Se siete in compagnia ricordate di rimanere prudentemente in  fila indiana  evitando di  marciare affiancati.
Sugli attraversamenti pedonali affiancati dai quadrotti (continuità di pista ciclabile) dare sempre precedenza ai pedoni.
Guardare sempre a destra, sinistra e dietro prima di ogni incrocio.

In treno

Se il percorso che si vuole fare è lungo prendere in considerazione il servizio  treno + bici .
Se si vuole uscire da Torino in bicicletta considerare che esistono strade che permettono di uscire da Torino in tutta sicurezza. Ci sono alcune carte preparate dalla Provincia di Torino e dal Parco del Po Torinese in distribuzione libera presso la Provincia di Torino.
Non lasciare mai incustodita la bicicletta.

Note per gli automobilisti
  • Il ciclista è un utente debole al pari del pedone.
  • È obbligatorio fermarsi prima di un  attraversamento ciclabile  se ci sono ciclisti in attraversamento e prima di un attraversamento pedonale se ci sono pedoni (codice della strada art. 40).
  • La velocità aumenta il pericolo  e diminuisce la percezione degli imprevisti. Un impatto a 30 Km/h non ha quasi conseguenze, a 50 KM/h si ha il 50% di probabilità di morte (è come cadere dal terzo piano), a 70 Km/h la probabilità di morte sale al 90% (equivalente ad una caduta dal quinto piano).
  • Non stringere a destra il ciclista quando lo si supera.

  • Attenzione quando si gira a destra per  non tagliare la strada  ad un eventuale ciclista.
  • Mantenere la  distanza di sicurezza.
  • Non  uscire dai parcheggi senza guardare.
  • Non  parcheggiare in doppia fila, costringe il ciclista a spostamenti pericolosi verso il centro strada.
  • Non  parcheggiare sulle piste ciclabili o nelle intersezione con le piste stesse.

guida in sicurezza!

Per saperne di più