Città di Torino - Servizio Telematico Pubblico

Sanità e Servizi Sociali

Orientarsi nella pagina



Città di Torino > Sanità e Servizi Sociali

Reddito d'Inclusione (ReI)

COS'È IL REI?

Il Rei è una misura di contrasto alla povertà condizionata alla valutazione della condizione economica, familiare e anagrafica. Si compone di:

CHI PUÒ RICHIEDERLO?

I requisiti per poter fare domanda sono riferiti a residenza e soggiorno, condizione economica e situazione familiare.
Residenza e soggiorno - il richiedente (la persona che presenta domanda e che, in caso di esito positivo, sarà titolare della carta) deve essere contemporaneamente:

Condizione economica - il nucleo familiare (nel suo complesso) deve avere contemporaneamente:

Che cos'è l' ISR?

L'ISR è l'Indicatore della Situazione Reddituale, e si calcola sottraendo ai redditi del nucleo:

  1. le spese per l'affitto fino a un massimo di 7.000 euro annui (questa soglia aumenta di 500 euro per ogni figlio convivente successivo al secondo)
  2. il 20% dei redditi annui da lavoro dipendente, fino a un massimo di 3.000 euro

Rappresenta quindi il reddito disponibile del nucleo. L'ISR diviso per la scala di equivalenza (al netto delle maggiorazioni) dà l'ISRE.

Veicoli - nessun componente del nucleo familiare deve essere intestatario (o avere piena disponibilità) di:

Situazione familiare - il nucleo familiare (nel suo complesso) deve trovarsi almeno in una di queste condizioni:

Che cosa si intende per disoccupazione ?
Il concetto di disoccupazione non è da confondere con quello di "inoccupazione" o "non occupazione". Per disoccupazione si intendono due possibili condizioni:

  1. iscrizione al Centro per l'Impiego e trasmissione telematica allo stesso della propria immediata disponibilità al lavoro (DID - Dichiarazione di Immediata Disponibilità)
  2. lavoro con reddito inferiore agli 8.000 euro annui per i dipendenti e a 4.800 euro annui per gli autonomi

Si ricorda che in ogni caso la NASpI è incompatibile con il ReI, quindi non è possibile fare domanda di ReI fino a quando uno dei membri del nucleo la percepisce.

Che cosa si intende per "nucleo minori" e ISEE minori ?
Se nel nucleo sono presenti minori, ai fini ReI occorre considerare il "nucleo minori" e l'ISEE minori, NON quello ordinario.
Nel "nucleo minori" rientrano, oltre ai membri del nucleo ordinario, anche i genitori NON coniugati e NON conviventi che hanno riconosciuto i figli (per brevità: GNC). Quindi, nell'ISEE minori rientreranno i redditi del (o dei) GNC.
Il GNC, per legge (DPCM 158/13 art. 7), non può essere "tolto", a meno che:

  1. non risulti coniugato con altra persona
  2. non risulti avere figli con altra persona
  3. non sia stato obbligato dall'autorità giudiziaria a versare assegni periodici di mantenimento dei figli
  4. non sia stato escluso dalla potestà sui figli o oggetto di provvedimento di allontanamento dalla residenza familiare
  5. non ne sia stata accertata in sede giurisdizionale l'estraneità in termini affettivi ed economici

Quindi se sono presenti minori, i riquadri da considerare ai fini ReI sono:

Per informazioni più dettagliate rivolgersi al proprio CAF di fiducia.

DOVE SI FA DOMANDA?

Se si hanno i requisiti elencati sopra, si può presentare domanda prenotando esclusivamente presso uno dei CAF convenzionati . Sarà il CAF, una volta completato il caricamento della domanda con tutti i dati richiesti, e concluse le verifiche di cittadinanza e residenza, ad inviare direttamente la domanda ad INPS.
Si ricorda che questo servizio è totalmente gratuito. Si raccomanda ai cittadini di segnalarci ogni eventuale richiesta di denaro da parte dei CAF.

COSA SUCCEDE DOPO?

L'INPS, ricevuta la domanda, procede a tutte le verifiche (tranne cittadinanza e residenza, già controllate dal CAF) e quindi la accoglie oppure la respinge.
Per prima cosa occorre quindi conoscere l'esito della propria domanda . Per avere l'esito è possibile rivolgersi:

Verosimilmente l'informazione sarà disponibile dopo due/tre settimane dalla data di presentazione della domanda.

Se l'esito è positivo, l'INPS invia l'ordine di creazione della Carta ReI (con contestuale prima carica) alle Poste Italiane. Le Poste, creata la Carta, avvisano il cittadino con lettera.
Ricevuta la lettera bisogna recarsi presso uno degli uffici postali abilitati a ritirare la Carta Rei. Chi già possiede la Carta SIA, e ha fatto il passaggio al ReI (vedi sotto), riceverà invece semplicemente i pagamenti ReI sulla stessa.
Se la lettera per qualche motivo tardasse ad arrivare, o non arrivasse, è comunque possibile informarsi sulla concreta disponibilità della carta chiamando il centralino ReI del Comune (011-01131536). Ottenuta conferma del fatto che la carta è stata creata, è possibile recarsi presso uno degli uffici postali abilitati e ritirarla. Non è obbligatorio mostrare la lettera delle Poste o conoscere alcun codice, basta fornire il proprio codice fiscale.

A QUANTO AMMONTA IL BENEFICIO?

Il beneficio economico varia in base ai componenti il nucleo familiare e dipende dalle risorse economiche già possedute dal nucleo medesimo.
Per una famiglia composta da un singolo componente il valore di riferimento per il calcolo del beneficio massimo è di 2250 euro all'anno e aumenta in base al numero dei componenti (va moltiplicato per la scala di equivalenza senza considerare le maggiorazioni - vedi tabella). Non può comunque superare il limite massimo che corrisponde al valore annuo dell'assegno sociale che è di euro 6.477,90 per il 2018.


Numero di persone
Scala di equivalenza ISEE
Massimale annuale
Massimale mensile
1
1
2250
187,50
2
1,57
3532,50
294,50
3
2,04
4590
382,50
4
2,46
5535
461,25
5
2,85
6412,50
534,37
6 e più
3,20
6477,90
539,82

Dal contributo massimo mensile vanno sottratti:

In sostanza, il possesso dei requisiti per il diritto al ReI, non necessariamente dà diritto al beneficio economico, in quanto questo è condizionato dall'eventuale fruizione di altri trattamenti assistenziali e dalla condizione reddituale rappresentata dall'ISR.

COSA FARE E COSA NON FARE

Il cittadino che ha ritirato la Carta REI potrà utilizzarla solo dopo avere ricevuto il PIN, che gli verrà recapitato all'indirizzo dichiarato nella domanda. In caso di mancato recapito, dopo due settimane il cittadino, potrà rivolgersi all'ufficio postale presso cui ha ritirato la carta per chiedere l'" invio del duplicato del PIN ".
La creazione della carta e le ricariche sono ordinate da INPS e materialmente eseguite da Poste.

Cosa si può fare con la Carta ReI?
La Carta ReI funziona come una normale carta di pagamento elettronica e deve essere usata solo dal titolare. Può essere usata per prelevare contante entro un limite mensile non superiore alla metà del beneficio massimo attribuibile (commissione per ogni prelievo pari a 1,00 euro da ATM Postamat e 1,75 euro da altri circuiti bancari).
Sono consentiti acquisti nei supermercati, negozi alimentari, farmacie e parafarmacie abilitati.
È consentito il pagamento delle bollette elettriche e del gas presso gli uffici postali.
Negli ATM Postamat è possibile controllare il saldo e la lista movimenti.

Durante l'erogazione:

Per quanto riguarda il progetto personalizzato di attivazione e di inclusione sociale e lavorativa, basterà attendere un contatto da parte del Comune.

CHI PERCEPISCE IL SIA PUÒ RICHIEDERE IL ReI?

Se i beneficiari del SIA soddisfano anche i requisiti per il REI possono richiedere la trasformazione del SIA in ReI. Il SIA ha una durata di un anno ed è su base bimestrale, il ReI dura invece 18 mesi ed è su base mensile. Di base, se il ReI sostituisce il SIA, copre il periodo rimanente fino ai 18 mesi. Quindi:

È obbligatorio passare da SIA al ReI?
No. È possibile rimanere nel progetto SIA fino all'ultima erogazione.
Si ricorda che chi ha rinnovato l'ISEE dopo il 15 gennaio, riceverà il bimestre di gennaio-febbraio insieme al successivo (marzo-aprile). Verosimilmente il pagamento di entrambi avverrà a maggio.

LINK UTILI

CONTATTI

Città di Torino - Divisione Servizi Sociali - Polo Inclusione Sociale
Tel. 011-01131536 (dal lunedì al giovedì dalle ore 9,00 alle ore 13,00)
E-mail: inclusion@comune.torino.it
Call Center INPS: 06-164164


Ultimo aggiornamento: 9 febbraio 2018

Stampa questa pagina

Condividi

Hai chiesto di condividere questo contenuto sui social network.
Clicca su quello che preferisci per effettuare la condivisione.
Questo servizio non genera cookie da parte di questo sito.

Torna indietro


Contenuti con licenza CC BY 3.0 IT , alcuni diritti riservati.
Condizioni d’uso, privacy e cookie Dichiarazione di accessibilità

Condizioni d'uso, privacy e cookie