Comune >
Beni Comuni > Il Regolamento > Cittadinanza attiva > Le cittadine e i cittadini attivi

Le cittadine e i cittadini attivi

Ultimo aggiornamento: 26-03-2018

Le azioni di cura, gestione e rigenerazione dei beni comuni urbani possono essere promosse dalla cittadinanza o dalla Pubblica Amministrazione.

Le cittadine e i cittadini attivi che vogliono proporre un progetto possono farlo sia se fanno parte di un’associazione che di un gruppo informale, ma anche come singoli cittadini.

La Città si relaziona con le cittadine e i cittadini attraverso il Gruppo di lavoro, la rete degli uffici comunali che si occupa di beni comuni.

Essere una cittadina e un cittadino attivo significa partecipare alla vita della propria comunità, informarsiproporre le proprie idee e confrontarsi con altre persone per renderle realizzabili.

L’amministrazione comunale stimola e favorisce tutte le forme di cittadinanza attiva.

Il Regolamento dei Beni Comuni Urbani è lo strumento istituzionale con cui la Città di Torino promuove la cittadinanza attiva.

Una definizione dei cittadini attivi la troviamo nel Regolamento, all'articolo 2:

:: Cittadine e cittadini attivi: tutti i soggetti, singoli, associati o comunque riuniti in formazioni sociali, anche informali, anche di natura imprenditoriale, che si attivano per la cura, la gestione condivisa o la rigenerazione dei beni comuni urbani ai sensi del presente regolamento. I soggetti di natura imprenditoriale sono considerati cittadini attivi ai fini del presente regolamento solo a condizione che non ricavino vantaggi economici diretti o indiretti dalla cura, gestione condivisa o rigenerazione dei beni comuni urbani