Città di Torino > Sanità e Servizi Sociali

SIA - Sostegno per l'Inclusione Attiva

ESITI DELLE DOMANDE SIA

Poiché gli esiti sono in continuo aggiornamento, bimestre per bimestre, per ricevere informazioni corrette si prega di contattarci chiamando il CENTRALINO SIA allo 011-01131536 (orario: lunedì-giovedì 9:30-12:30 e 14:00-16:00, e venerdì solo dalle 9:30 alle 12:30), oppure via e-mail scrivendo a torino.sia@comune.torino.it. In alcune giornate, dato l'alto numero di richieste, i tempi di attesa potrebbero essere lunghi.

Attenzione: si informano i cittadini che dal 2 maggio il punteggio minimo per avere accesso alla sia e' sceso da 45 a 25 punti, e sono variati altri criteri.
L'INPS provvederà a ricalcolare le pratiche di SIA d'ufficio, con verifica dei requisiti al 30 aprile 2017 in base ai nuovi criteri. Questo vale per quelle domande che siano state rigettate esclusivamente per effetto dell'applicazione di uno dei criteri modificati (es: punteggio) e non per altri motivi.
Per maggiori informazioni contattare il centralino.

REQUISITI E PUNTEGGIO

I REQUISITI riguardano:

  1. il solo dichiarante:
    • residenza in Italia da almeno due anni (e per tutta l'erogazione)
    • cittadinanza (italiana/comunitaria/permesso di soggiorno permanente o anche ordinario se familiare di italiano o comunitario/protezione internazionale)
  2. il nucleo nel suo complesso:
    • presenza di un minore e/o un disabile e un suo genitore e/o una donna in gravidanza a massimo quattro mesi dal parto
    • valore ISEE inferiore o uguale a 3000€
    • trattamenti economici inferiori a 600€ (900€ se c'è un non autosufficiente)
    • auto più vecchie di 12 mesi (non valgono i veicoli per disabili)
    • se auto oltre i 1300cc o moto oltre i 250cc, più vecchia di tre anni (non valgono i veicoli per disabili)
    • no NASPI o ASDI

Il PUNTEGGIO invece è così composto:

  • 25 punti se genitore solo e con figli solo minori
  • 5 punti se c'è un bambino di meno di 36 mesi
  • 10 punti se ci sono due minori
  • 20 punti se ci sono tre minori
  • 25 punti se ci sono quattro o più minori
  • 5 punti se c'è un disabile grave come da quadro FC7 della DSU (e classificazione delle disabilità al medesimo punto)
  • 10 punti se c'è un non autosufficiente come da quadro FC7 della DSU (e classificazione delle disabilità al medesimo punto)
  • 10 punti se tutti i componenti in età attiva (non valgono non autosufficienti, inabili al lavoro e studenti) sono disoccupati e iscritti al centro per l'impiego e immediatamente disponibili al lavoro (sottoscrizione DID - Dichiarazione di Immediata Disponibilità al lavoro)
  • punti per il valore ISEE calcolati secondo la formula: 25 - (valore ISEE/120)

Ma quale valore ISEE?

  • se ci sono minori, è l'ISEE minori (seconda pagina dell'ISEE, quadro "PRESTAZIONI AGEVOLATE RIVOLTE A MINORENNI O A FAMIGLIE CON MINORENNI", colonna ISEE relativa ai minorenni elencati)
  • se non ci sono minori, è l'ISEE ordinario (prima pagina dell'ISEE)

In ogni caso prevale l'ISEE corrente se presente.

DOMANDA

La domanda va presentata in uno dei CAF convenzionati. Si ricorda che per i cittadini l'operazione è gratuita. Nel caso venisse richiesto un pagamento, si invitano i cittadini ad avvertirci immediatamente.
Sul modulo di domanda:

  • il quadro B riguarda i REQUISITI del solo dichiarante.
  • i quadri C, D, ed E riguardano i REQUISITI del nucleo nel suo complesso.
  • i quadri F e G riguardano il PUNTEGGIO.

PERCORSO DELLA DOMANDA

I CAF inviano le domande direttamente all'INPS oppure al Comune. Di solito, dopo circa un mese è possibile conoscere l'esito della domanda contattando il centralino. Consigliamo di chiamarci avendo sotto mano i dati del CAF e la data di presentazione domanda, per facilitare la ricerca nel caso questa non risulti.

OTTENIMENTO CARTA

Se la domanda è approvata:

  • l'INPS comunica a POSTE l'ordine di emissione della carta, che coincide con il primo accredito
  • POSTE comunica ad INPS di aver ricevuto l'ordine e dopo qualche giorno emette la carta, inviando lettera al cittadino

    Anche se non si riceve la lettera, è comunque possibile recarsi in uno degli uffici postali abilitati per ritirarne il duplicato. E' sufficiente avere con sé un documento d'identità. Si consiglia di contattare il centralino per chiarimenti sulle date.

  • quando il cittadino ritira la carta, gli viene inviato il PIN via posta ordinaria

    Se dopo 7 giorni lavorativi dal ritiro della carta, il cittadino non ha ancora ricevuto il PIN, può rivolgersi agli uffici postali e richiedere un nuovo invio, anche presso indirizzo diverso/precisato.

ACCREDITI

La somma erogata equivale ad un IMPORTO TABELLARE cui vanno detratte misure eventualmente già percepite.
L'IMPORTO TABELLARE dipende dal numero dei componenti il nucleo. Quindi:

  • 1 membro → 160€ a bimestre
  • 2 membri → 320€ a bimestre
  • 3 membri → 480€ a bimestre
  • 4 membri → 640€ a bimestre
  • 5 membri o più → 800€ a bimestre

Se si tratta di genitore solo con figli minori, si aggiungono 160€ a bimestre.

A tale importo vanno detratti;

  • la CARTA ACQUISTI, se percepita, gestita da INPS
  • il BONUS BEBÈ, se percepito, gestito da INPS
  • l'ASSEGNO AL NUCLEO FAMILIARE (ANF, detto anche "assegno per il terzo figlio"), anche se non percepito, basta averne diritto. è gestito dal Comune ma erogato da INPS. Il numero verde da chiamare per questa misura è 800732040 (lun: 10.00-12.00 / mer: 10.00-12.00 / ven: 10.00-12.00)

VARIAZIONI/BLOCCHI DURANTE L'EROGAZIONE

  1. MANCATO RINNOVO ISEE ENTRO IL 15 GENNAIO
    • se la famiglia rinnova l'ISEE entro il 15 gennaio, la misura continua ad essere erogata senza sospensioni
    • se la famiglia rinnova l'ISEE dopo il 15 gennaio, il beneficio viene sospeso dal bimestre successivo (mar-apr) e viene poi riattivato dal bimestre successivo a quello di rinnovo, con gli arretrati
    Per gen-feb 2017, vale l'ISEE in vigore al momento della presentazione della domanda.
  2. VARIAZIONI SU DSU-ISEE E ALTRE
    • se si perdono i REQUISITI (vedi sopra), la misura è revocata, si potrà ripresentare domanda quando e se si riavranno i requisiti
    • se varia il PUNTEGGIO (vedi sopra), non succede nulla, rimane quello calcolato al momento della domanda
    • se varia la COMPOSIZIONE DEL NUCLEO, al netto di decessi e nascite, il beneficio è revocato. Il nuovo nucleo potrà fare una nuova domanda
    • in caso di DECESSI E NASCITE, la famiglia è tenuta ad aggiornare l'ISEE entro due mesi dall'evento. L'importo sarà rideterminato in automatico
    • se uno dei componenti trova un LAVORO, deve comunicare entro 30 giorni il reddito annuo previsto, mediante il SIAcom (occorre chiamare il centralino e prendere un appuntamento). Altrimenti, la misura è revocata

In caso di revoca, non si può ripresentare domanda prima di tre bimestri dall'ultima erogazione ricevuta.

RIESAME

è possibile, contattando il centralino, prendere appuntamento per un colloquio di approfondimento.
Nel caso il cittadino voglia presentare richiesta di riesame, l'operatore verificherà se sussistono le condizioni minime, ne faciliterà la compilazione, la inoltrerà all'INPS e ne seguirà il successivo procedimento.

Torna su


Ultimo aggiornamento: 24 maggio, 2017

Stampa questa pagina

Condividi

Torna indietro


Condizioni d'uso, privacy e cookie