InformAmbiente



L'adesione di Torino

Ultimo aggiornamento 16.02.2016, 10:47

Emiciclo di Bruxelles

Il 29 gennaio 2008, nell’ambito delle celebrazioni della seconda edizione della Settimana Europea dell’Energia Sostenibile (EUSEW 2008) tenutesi a Bruxelles, la Commissione Europea ha lanciato l’iniziativa denominata Patto dei Sindaci. Torino è stata una delle prime sei città italiane che hanno manifestato interesse ad aderire all’iniziativa, interesse confermato con delibera della Giunta Comunale, il 20 maggio 2008. L’adesione al Patto dei Sindaci è stata formalizzata dal Consiglio Comunale il 19 gennaio 2009 e il 10 febbraio 2009, durante la terza edizione della Settimana Europea dell’Energia Sostenibile (EUSEW 2009), Torino ha ufficialmente sottoscritto il Patto dei Sindaci impegnandosi a:

  • elaborare un Inventario base delle emissioni di CO2 come riferimento per la redazione del Piano d’Azione
  • dotarsi di un Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile nel quale far convergere le politiche e le misure che la Città e gli altri attori pubblici e privati che operano sul territorio si impegnano ad attuare per raggiungere gli obiettivi di riduzione di CO2
  • presentare, ogni due anni, alla Commissione Europea un rapporto sull’attuazione del Piano.

Il 13 settembre 2010 il Consiglio Comunale ha approvato il Piano d’Azione per l’Energia Sostenibile della Città (TAPE – Turin Action Plan for Energy)
 


Torna indietro | Condizioni d'uso, privacy e cookie | Stampa questa pagina | Torna all'inizio della pagina