Città di Torino > Casa e territorio > Alloggi@to

Alloggi@to

Gentile Proprietario,
la Città di Torino considera la residenzialità diffusa ed il co-housing dei giovani uno dei temi socialmente rilevanti da sostenere ed accompagnare, creando opportunità di miglioramento a loro favore.

In particolare il problema casa è fortemente sentito dagli studenti universitari: basti pensare che ogni anno gli immatricolati fanno fatica a reperire in città soluzioni abitative adeguate a costi ragionevoli; tale situazione rischia di pregiudicare l’impegno delle istituzioni, in primo luogo gli Atenei, impegnati ad attrarre a Torino studenti provenienti da altre regioni e da altri Paesi. Ma il problema tocca anche gli studenti piemontesi spesso costretti nella condizione di pendolare che inficia il profitto negli studi e le occasioni formative.

Dalle stime dell’Osservatorio regionale per l’Università la domanda potenziale di posti letto per studenti fuori sede a Torino è di circa 18.000.

La Città di Torino, l’UPPI (Unione Piccoli Proprietari Immobiliari) e l’ANACI (Associazione Nazionale Amministratori Condominiali e Immobiliari), che hanno sottoscritto intese per promuovere la residenzialità studentesca universitaria, intendono favorire il reperimento di un’adeguata offerta di alloggi sul mercato privato della locazione, da un lato facendo conoscere ai cittadini gli sgravi fiscali e le garanzie oggi riconosciute dal Comune ai proprietari che affittano agli studenti e dall’altro comunicando ai proprietari di alloggi sfitti le opportunità possibili e le garanzie che alcuni enti offrono.


Le rendiamo noto che, nel caso di stipula di “contratto convenzionato”, Lei potrà godere dei seguenti benefici fiscali:

  • riduzione dell’IMU: in sostituzione dell’aliquota prevista per i contratti a mercato libero pari all’1,06 del valore della rendita catastale, viene applicata un’aliquota ridotta pari allo 0,575;
  • riduzione dell’IRPEF: ai fini della dichiarazione dei redditi, il reddito imponibile per il proprietario è ulteriormente ridotto del 30% rispetto ai contratti di mercato libero;
  • riduzione dell'imposta di registro: è calcolata solo sul 70% del canone annuo (tuttavia, durante il primo anno, l’imposta non può essere inferiore ad € 67 a causa della franchigia prevista per legge).

In alternativa al regime normativo ordinario previsto dalla Legge 431/98, il proprietario può inoltre optare per il regime alternativo cosiddetto della “Cedolare Secca” (art. 3 Dlgs. 23/2011) utilizzando sempre la modalità contrattuale del contratto convenzionato. In questa ipotesi si applica un’aliquota unica ridotta al 10% sul reddito derivante dal canone dei contratti convenzionati e tale aliquota è sostitutiva di:

  • Irpef e relative addizionali;
  • imposta di registro;
  • imposta di bollo.

Se Lei è alla ricerca di inquilini e di garanzie per affittare appartamenti a Torino, le segnaliamo StessoPiano (www.stessopiano.it) un progetto che promuove la coabitazione giovanile, destinata in particolare a studenti universitari, gestito dalla Cooperativa DOC con la collaborazione ed il sostegno del Programma Housing della Compagnia di San Paolo con cui la Città di Torino ha sottoscritto un accordo.

StessoPiano ha lo scopo di facilitare l’incontro tra la domanda di casa espressa da giovani tra i 18 e i 35 anni e l’offerta da parte di proprietari di appartamenti di medio-grandi dimensioni.

Cosa propone StessoPiano ai proprietari:

  • seleziona i gruppi di coabitanti;
  • mette a disposizione un servizio di consulenza legale per la stipula dei contratti e una consulenza sul risparmio energetico, oltre a un servizio di certificazione energetica dell'appartamento a costo calmierato;
  • offre ai proprietari la tutela di un fondo di garanzia per coprire eventuali morosità e/o danneggiamenti, oltreché un bonus una tantum in caso di stipula di contratto di locazione convenzionato;
  • offre ai coabitanti la possibilità di ottenere un prestito d’onore per sostenere le spese iniziali (quali la cauzione, l’acquisto di mobili, le prime mensilità di affitto…)

StessoPiano è inoltre un punto di riferimento per tutta la durata della locazione in quanto:

  • media eventuali conflitti con gli inquilini;
  • offre supporto consulenziale su questioni contrattuali e legali;
  • organizza momenti di socialità per favorire l’incontro e lo scambio tra proprietari e coabitanti e momenti di formazione e informazione sui temi dell’abitare.

Per maggiori informazioni è possibile visitare il sito www.stessopiano.it e contattare direttamente:
Sportello StessoPiano - Via Buniva, 8 - Torino
Tel. +39 011 6686812 / info@stessopiano.it
Facebook: Stessopiano
Twitter: @stessopiano
Orari:
lunedì - mercoledì - sabato dalle 10 alle 15
martedì - giovedì - venerdì dalle 15 alle 20


L’Ente Regionale per il Diritto allo Studio (EDISU Piemonte) ha uno Sportello Casa – dedicato agli studenti universitari che cercano una soluzione abitativa sul mercato privato – che offre interessanti opportunità ai proprietari di immobili.

Oltre a una banca data aggiornata in tempo reale, lo Sportello Casa offre un servizio di consulenza sui contratti di locazione a canone concordato e, con il nuovo servizio “Garanzia Cauzione”, EDISU interviene alla stipula del contratto fornendo ai proprietari una garanzia, che sostituisce il deposito cauzionale richiesto allo studente: la solidità patrimoniale dell’EDISU si fa così garante in vece dell’inquilino.

Per maggiori informazioni è possibile visitare il sito www.edisu.piemonte.it  e contattare direttamente:
Sportello Casa EDISU di Torino - Via Verdi, 26/A - Torino
Tel. +39 011/8138328 / info@sportellocasatorino.it / www.bussola.ceur.it/?sede=to
Orari:
giugno-ottobre: da lunedì a venerdì, dalle 9 alle 13 e dalle 14 alle 17
novembre – maggio: da lunedì a venerdì, dalle 9 alle 13


Inoltre in risposta alle problematiche abitative degli studenti sopra esposte, gli “Accordi Territoriali” siglati il 25/09/2013 tra le OO.SS. dei conduttori e le Associazioni della Proprietà edilizia che definiscono il contratto convenzionato per la Città di Torino, prevedono un’interessante novità: la regolarizzazione della “locazione parziale dell’appartamento di natura transitoria” sia per studenti universitari che per tutti coloro che necessitino di una sistemazione provvisoria.

L’accordo consente al proprietario, che possiede un ampio alloggio e deve sostenere notevoli spese di gestione, di ridurle mediante la locazione parziale del proprio alloggio, ad esempio una stanza con uso della cucina, ad uno studente universitario disposto ad una sistemazione temporanea per un periodo che può andare dai 3 mesi ai 18 mesi continuativi ma rinnovabili, nel medesimo appartamento.

Per maggiori informazioni si può visionare il sito di Lo.C.A.Re., in cui è presente anche un contratto-tipo di locazione parziale per studenti universitari.

È altresì possibile contattare UPPI, che è uno dei soggetti legittimati a svolgere attività di consulenza  in quanto firmatari del vigente Accordo Territoriale:
UPPI – Sede di Torino - Corso Palestro 8 - Torino
Tel. +39  011/5613580 / +39 011/5613991 / uppi.torino@tin.it / www.uppitorino.it
Orari:
da lunedì a venerdì, dalle 9 alle 12:30 e dalle 14:30 alle 19

Allogi@TO è un’iniziativa dell’Assessorato alle Politiche Educative della Città di Torino

Torna su


Ultimo aggiornamento: 3 Giugno, 2014

Stampa questa pagina

Condividi

Torna indietro